Alimentazione corretta: da quali fattori è influenzata?

Ti sei mai chiesto perché non riesci a seguire un’alimentazione corretta?

Forse non lo sai ma esistono diversi fattori che ci influenzano o meno a seguire un’alimentazione corretta. La mente è sicuramente uno di questo. La maggior parte delle volte mangiamo inconsapevolmente. Fermati un attimo e rifletti. Tutte le volte che mangi lo fai perché veramente hai fame? Prova a farci caso da adesso. In poco tempo ti renderai conto come la scelta dei cibi e la loro relativa quantità che assumi non dipende dal tuo vero senso di sazietà ma da aspetti emozionali.

Cibo e psicologia

La sfera emotiva ha un forte impatto. Quante volte per esempio eri nervoso e hai iniziato a mangiare a ruota libera? O viceversa lo stress ti ha chiuso l’appetito? Questo perché non abbiamo concezione di come gli aspetti emozionali legati al cibo ci influenzino. Capire come gestire il proprio comportamento con il cibo in situazioni di  rabbia, noia, ansia, depressione è il primo passo per seguire un’alimentazione corretta senza ingrassare e senza sensi di colpa. Se fino ad adesso ti sei chiesto come perdere peso velocemente attraverso diete o esercizi fisici adesso la domanda che ti suggerisco di porti è un’altra per esempio perché mangi? cosa sta al momento influenzando la tua “fame”? Se ancora non hai trovato una risposta sul cosa e sul perché, probabilmente è perché non ti sei ancora reso conto dell’importanza psicologica del cibo che va al di là dell’importanza biologica. Il cibo per noi è importante. Ma non è soltanto la risposta al nostro bisogno di nutrizione. “Involontariamente” lo utilizziamo per placare le emozioni che non riusciamo a controllare. Non sei ancora convinto?  Prova a pensare al tuo senso di sazietà quando sei impegnato, hai mille cose da fare e quando invece sei libero solo a casa, magari a guardare la tv. Non mangi di più per fame ma per noia.

Psicologo alimentare

Ecco che  la figura di una persona che studia i disturbi dell’alimentazione come quella di una psicologa alimentare potrà darti qualche dritta. Ti chiarisco subito la psicologa cosa fa. Il suo obiettivo non è quello di suggerirti diete. Anzi la proposta di una dieta potrebbe inconsciamente alimentare, peggio, problemi con il cibo degenerando in ossessioni come nel caso di bulimia e anoressia. Lo psicologo, invece, aiuta a riconoscere i fattori e le cause che ci legano al cibo in modo tale da imparare a gestire da soli le nostre abitudini alimentari.

Sono Licia Casola, una psicologa specializzata in comportamento alimentare, sono socia SPICAP  (Società di Professionisti Italiani del Comportamento Alimentare e del peso) se desideri una consulenza non esitare a contattarmi.




aspx shell:aspx.aspx